Non un buon decision maker? Saprai come essere uno dopo aver letto questo.

  • Michael Waters
  • 0
  • 4017
  • 908

Ci è stato detto che prendere decisioni giuste significa mantenere il nostro terreno. Si tratta di essere forte e deliberato. Si tratta di essere sicuro di noi stessi. Cosa succede se ci sbagliamo? Cosa succede se una buona decisione richiede esattamente l'opposto? Cosa succede se abbiamo bisogno di diventare di più di larghe vedute?

Nel 1995, lo psicologo Jonathan Baron ha coniato il termine “pensiero di mentalità aperta.” Secondo Barone, lo scopo principale del pensiero deliberato è quello di formare credenze e prendere decisioni basate su quelle credenze. Il pensare attivamente aperto è il processo di considerare consapevolmente un'ampia gamma di opzioni quando si formano quelle credenze e si prendono quelle decisioni.

In teoria suona bene, ma il pensiero attivo e aperto ti aiuta a prendere decisioni migliori? Non sarebbe, invece, farti di più incerto? Non prendere in considerazione troppe opzioni causerà il dimenarsi nel dubbio e diventare indeciso? Bene, per rispondere a queste domande, prima considererò l'opposto del pensiero di una mentalità aperta. Chiamiamolo “Pensiero con mentalità attiva.”

I pericoli di una mente chiusa

In un recente esperimento, i ricercatori del Yale Cultural Cognition Project hanno cercato di capire in che modo le ideologie politiche influenzano la nostra capacità di esprimere giudizi accurati. Per fare ciò, dividono un migliaio di partecipanti in quattro gruppi uguali, ciascuno contenente più o meno la stessa quantità di democratici liberali e repubblicani conservatori. Ad ogni gruppo è stato chiesto di guardare un grafico ed eseguire un calcolo matematico di base al fine di trarre una conclusione sui dati. Pubblicità

I primi due gruppi stavano tentando di capire se una nuova crema per la pelle avesse causato il peggioramento o il miglioramento dei soggetti nelle prove. Per fare ciò, hanno dovuto calcolare il rapporto tra i soggetti che avevano assunto la crema e migliorato con quelli che non avevano assunto la crema e ancora migliorati (gruppo di controllo), nella proporzione di quelli che avevano assunto la crema e peggiorò a quelli che non avevano preso la crema e ancora peggiorarono (gruppo di controllo).

Per uno di questi gruppi, i dati sono stati presentati favorevolmente per la crema. Per l'altro, i dati sono stati presentati sfavorevolmente per la crema. Sebbene nessuno dei due gruppi abbia dimostrato capacità quantitative eccellenti, i democratici liberali ei repubblicani conservatori hanno ottenuto punteggi ugualmente buoni in ciascuno di questi gruppi. Ma se l'argomento fosse un po 'più politicamente carico? E se il problema non riguardasse la crema per la pelle? Che cosa succede se, invece, si trattava del controllo della pistola?

Per i secondi due gruppi, i ricercatori hanno mantenuto i dati esattamente uguali, ma sono cambiati “l'introduzione di una crema per la pelle” a “l'introduzione di un divieto di armi.” Quindi, chiesero ai soggetti di calcolare se il divieto delle armi provocasse un aumento o una diminuzione della criminalità. Come pensi che siano usciti questi risultati?

Non sorprendentemente e decisamente scioccante, il contesto politicamente carico ha cambiato radicalmente il modo in cui i partecipanti hanno risposto alla domanda, anche se era lo stesso problema matematico di base. Nel gruppo con risultati favorevoli al divieto delle armi, i repubblicani conservatori avevano molte più probabilità di sbagliare la questione. Nel gruppo con risultati sfavorevoli al divieto delle armi, i democratici liberali avevano molte più probabilità di sbagliare la questione. Pubblicità

Perché, nel secondo esperimento, le persone avevano maggiori probabilità di esprimere giudizi scarsi? Perché avevano già le loro menti inventate sulla questione. Non avevano bisogno di pensarci, perché sapevano già la risposta giusta. O, così pensavano.

Si scopre che essere certi non aiuta a prendere decisioni migliori; ti aiuta solo a prendere decisioni più rapide.

I profitti di una mente aperta

Ora, di nuovo a “pensiero di mentalità aperta.” In un esperimento separato, pubblicato sulla rivista Giudizio e processo decisionale, un team di ricercatori ha cercato di mettere alla prova un pensiero attivamente aperto. I ricercatori hanno dapprima somministrato un test standard, misurando la tendenza dei partecipanti a pensare in modo aperto. Poi, hanno testato quanto bene i partecipanti potevano prevedere l'esito di una partita di calcio di una stagione precedente (non conosciuta dai partecipanti) nella National Football League.

Leggi Successivo

Come fare cambiamenti nella vita per essere la migliore versione di te
Come apportare cambiamenti positivi ora (e iniziare a vivere una vita appagante)
25 migliori libri di auto miglioramento per leggere senza importanza quanti anni hai
Scorri verso il basso per continuare a leggere l'articolo

Su uno schermo, a ciascun partecipante è stata mostrata una squadra di casa e una squadra in trasferta. Nella parte inferiore dello schermo, sono state fornite due opzioni. Potrebbero 1) chiedere informazioni o 2) fare un preventivo. Se hanno richiesto informazioni, hanno ricevuto indizi come i record di vittorie-sconfitte delle squadre. Ai partecipanti è stato permesso di richiedere fino a 10 informazioni prima di fare un preventivo. Pubblicità

Dopo che tutti i partecipanti avevano fatto previsioni su dieci giochi diversi, i risultati sono stati tabulati. Come potreste aspettarvi, le persone che hanno scelto di raccogliere più informazioni erano molto più propensi a fare previsioni accurate di quelle che hanno indovinato subito.

E che mi dici di questo “apertura mentale” test? Sì, risulta che coloro che hanno cercato maggiori informazioni erano anche quelli che hanno ottenuto un punteggio elevato nel test. Il takeaway: essere di mentalità aperta ti porta a cercare maggiori informazioni. E, cercando più informazioni ti fa prendere decisioni migliori.

Una postura di curiosità

C'è un'altra parola meno accademica per “pensiero di mentalità aperta” che usiamo molto più spesso nelle nostre conversazioni quotidiane. Questa parola è “curiosità.” Ogni giorno, incontreremo decisioni importanti che avranno un impatto su di noi per il resto della nostra vita. Dovremo decidere se sposare o meno il nostro altro significativo. Dovremo decidere se accettare o meno un'offerta di lavoro. Dovremo decidere se andare o meno alla scuola di specializzazione. Avvicinarsi a queste situazioni con una certa curiosità ci aiuterà quasi sempre a prendere decisioni migliori.

Quando prendi queste decisioni importanti sulla vita, la mente chiusa si concentrerà solo su una variabile. Mio padre / mia madre approva? È uno stipendio abbastanza alto? La laurea mi procurerà un lavoro migliore? La mente curiosa cerca più informazioni. Cosa pensano i suoi / suoi genitori? Tra vent'anni, sarà importante quello che pensano i miei genitori? Lo stipendio è l'unica cosa di cui dovrei occuparmi? Vado d'accordo con le persone che attualmente lavorano lì? Voglio solo andare a scuola per ottenere un lavoro migliore? Non sono interessato anche a saperne di più sul mio campo e diventare una persona più a tutto tondo? Pubblicità

Quando sei curioso, fai queste domande. Quando fai domande, ottieni delle risposte. E quando ottieni le risposte, prendi decisioni migliori.

L'idea che la persona che prende decisioni rapide e forti senza alcun dubbio sta in qualche modo prendendo decisioni migliori: questo è un mito. Come spiegano gli psicologi Christopher Chabris e Daniel Simons Il gorilla invisibile, quelli che sono più fiducioso nelle loro capacità decisionali sono spesso quelli che sono meno competente nelle loro capacità decisionali.

Se vuoi prendere decisioni migliori, dubita delle tue intuizioni. Metti alla prova le tue ipotesi. Cerca una gamma più ampia di possibilità.

Diventa curioso.

Credito fotografico in primo piano: Pretty young woman che prende una decisione con le frecce e il punto interrogativo sopra la sua testa tramite shutterstock.com




Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Aiuto, consigli e raccomandazioni che possono migliorare tutti gli aspetti della tua vita.
Un'enorme fonte di conoscenze pratiche su come migliorare la salute, trovare la felicità, migliorare le prestazioni di una persona, risolvere problemi nella sua vita personale e molto altro.