5 suggerimenti per rendere le conversazioni difficili più facili

  • John Carter
  • 0
  • 4944
  • 509

Qualunque sia il contesto, le conversazioni difficili sono ... beh, difficili. Pochissimi di noi apprezzano il pensiero di avere conversazioni stimolanti o provocatorie, ma spesso queste sono le conversazioni più importanti che definiscono la vita che probabilmente avremo. Se stai affrontando un appuntamento potenzialmente complicato nella tua vita personale o professionale, ecco cinque suggerimenti per semplificare le conversazioni difficili:

1. Avvia la conversazione più presto che dopo

Uno dei modi più comuni in cui affrontiamo l'ansia è l'evitamento. Se si desidera mantenere la relazione con la persona in questione, tuttavia, cercare di evitare la conversazione non è un buon piano. A lungo andare, evitare di solito porta a uno dei due risultati. Il primo è che si raggiunge un punto di rottura e scatto. Fastidiosità, rabbia, risentimento, ferite e altro possono accumularsi nel tempo se una situazione non viene risolta ed elaborata. Quando questi sentimenti diventano schiaccianti, è più probabile che tu dia la colpa, la vergogna e la critica, e meno probabile che sia in grado di impegnarsi in un dialogo produttivo con l'altra persona.

Il secondo risultato potenziale è che attendi così tanto tempo che passa la finestra naturale per la conversazione. Quando ciò accade, e alla fine si ha la conversazione, potrebbe lasciare l'altra persona a chiedersi se c'è qualcos'altro di cui si vuole parlare con loro, ma non lo hanno fatto. Ritardare la conversazione può danneggiare la fiducia nella relazione e lasciare che l'altra persona si chieda dove stanno realmente con te. Pubblicità

2. Evita la colpa, i giudizi e le critiche

Come ho detto sopra, quando i sentimenti nascosti diventano schiaccianti, siamo più propensi a incolpare, giudicare e criticare l'altra persona, che può essere tossica per il nostro rapporto con loro.

La colpa implica mettere la maggior parte della responsabilità per la situazione e i tuoi sentimenti sull'altra persona: per esempio “Mi hai fatto sentire triste.” Il giudizio implica l'attribuzione di etichette alla persona, incidente o evento: per esempio, “Sei stupido” o “E 'stata una cosa stupida da fare.”

Questi tre elementi sono molto dannosi per le conversazioni e non renderanno più difficile una conversazione impegnativa. Quando la colpa, la vergogna (come conseguenza del giudizio) e la critica entrano in una conversazione, è probabile che la persona dal lato ricevente si senta attaccata e si concentrerà sul tentativo di difendersi, piuttosto che su una soluzione pacifica. Pubblicità

3. Uso “I-messaggi”

Quando ci sentiamo ansiosi, arrabbiati, feriti o arrabbiati, è facile concentrarsi su ciò che l'altra persona ha detto e fatto, piuttosto che sulla nostra esperienza. Questo è un percorso sicuro per i tre noemi di conversazione sopra e lascerà l'altra persona molto meno ricettiva a ciò che stai cercando di dire. Per evitare di entrare in un acceso dibattito su "Hai detto X", beh tu disse Y, 'dimentica di indicare i torti degli altri e si limita a riportare la tua esperienza invece. In pratica, questo potrebbe sembrare: “Quando mi hai detto di stare zitto, mi sono sentito molto male,” o “Mi sono sentito arrabbiato quando hai detto che mi avresti mandato un'email con quel lavoro lunedì, ma non l'ho mandato fino a mercoledì.”

Leggi Successivo

La scienza di fissare obiettivi (e come influenza il tuo cervello)
Cosa fare quando sei annoiato al lavoro (e perché ti senti annoiato in realtà)
25 migliori libri di auto miglioramento per leggere senza importanza quanti anni hai
Scorri verso il basso per continuare a leggere l'articolo

Parlando in termini dei tuoi sentimenti e bisogni, stai anche possedendo la tua esperienza piuttosto che affidare la responsabilità dei tuoi sentimenti all'altra persona. Questo aiuta a evitare la conversazione “Voglio che tu faccia questo / smetti di farlo” e invece ti permette di esprimere te stesso e quello che vuoi, senza fare richieste.

4. Concentrati sul feedback specifico

Si noti negli esempi sopra che l'oratore usa azioni ed eventi specifici e obiettivi. Quando le emozioni sono alte, si è tentati di scivolare in generalizzazioni come, "Tu mai aiutami con le faccende domestiche "nessuno cura, 'e' lo sono sempre quello lasciato per occuparsi di questo. ' Parole come "sempre", "mai", "tutti", "nessuno" e altri assoluti sono bandiere rosse nella comunicazione, prima di tutto non sono specifiche, in secondo luogo, è improbabile che siano obiettivamente vere: pochissime persone " sempre "o" mai "si comportano in un certo modo - inoltre non siamo lettori della mente, quindi è improbabile sapere cosa pensano" ognuno "o" nessuno ".

Attenersi a eventi o istanze specifici e l'altra persona sarà molto più probabile che affronti le preoccupazioni o i problemi che si stanno sollevando.

5. Ascolta e rifletti

Esprimere i propri sentimenti e bisogni è solo metà della conversazione; l'altra metà consiste nell'ascoltare l'altra persona e assicurarsi di comprendere la loro prospettiva. Il modo più efficace per farlo è quello di rispecchiare ciò che stanno dicendo e di entrare in empatia con la loro posizione.

In pratica, sembrerebbe qualcosa di simile: “Ti sento dire che sei stato molto stressato di recente e capisco che hai trovato difficile rispettare la scadenza del progetto con tutto quello che è successo a casa.” Questo non significa che devi essere felice della situazione; puoi entrare in empatia con l'altra persona e avere i tuoi sentimenti riguardo la situazione e il loro comportamento. Se l'altra persona si sente vista, ascoltata e capita, è molto più probabile che lavori con te in una conversazione difficile che contro di te. Pubblicità

Quali sono i tuoi consigli per rendere più semplici le conversazioni difficili? Condividi i tuoi pensieri nella sezione commenti qui sotto.




Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Aiuto, consigli e raccomandazioni che possono migliorare tutti gli aspetti della tua vita.
Un'enorme fonte di conoscenze pratiche su come migliorare la salute, trovare la felicità, migliorare le prestazioni di una persona, risolvere problemi nella sua vita personale e molto altro.