Perché dovresti calciare l'abitudine Versus

  • Brett Ramsey
  • 0
  • 4617
  • 289

Un mondo dipinto solo in bianco e nero è un posto difficile dove vivere o lavorare

Nel nostro approccio affamato di tempo, ossessionato dall'azione per il lavoro e la vita, cadiamo facilmente nell'abitudine di vedere ogni scelta o decisione in termini di semplici opposti: buono contro cattivo, giusto contro sbagliato, successo contro fallimento, vincitori contro perdenti. Ogni scelta deve essere l'una o l'altra, senza opzioni intermedie. Il pensiero di gestione del macho è pieno di false dicotomie.

Questo rende il posto di lavoro teso e scomodo, oltre a una visione distorta della realtà. Peggio ancora, produce quell'abitudine “noi contro di loro” la mentalità, che distrugge le relazioni, mina la cooperazione e lentamente ci rende paranoici.

Un mondo di paranoia autoindotta

L'urgenza è forte oggi per ridurre tutto al semplice, “A contro B” scelte. Saggi e autoespressione vengono sostituiti nelle scuole da domande a scelta multipla. I moduli sono pieni di scatole da controllare e frasi da essere “barrato dove non applicabile.” Ciò che desideriamo dire è ridotto a scelte tra ciò che altri hanno già deciso è appropriato (o accettabile). Pubblicità

Un tale atteggiamento rende la vita meno complicata - senza sottigliezze per produrre quelle sfumature fastidiose e confuse di grigio - ma distrugge anche questo; perché in un mondo polarizzato, quelli che non sono per te devono essere contro di te. Ci sono solo amici o nemici, alleati o “imperi cattivi.” Ciò in cui scegli di credere e le azioni che abbraccia come “bene,” non devi - non può - essere interrogato o incolpato. Non ci sono neutrali, nessuna possibilità che tu - si, tu - possa sbagliarti. Coloro che scelgono un altro modo sono, per definizione semplice, sbagliati - troppo ingiusti persino per contemplare ciò che potrebbe essere appreso da loro.

In nome del profitto, della velocità e dell'efficienza, facciamo a pezzi secoli di pensiero umano. Nel perseguimento di “finire di fare le cose,” mettiamo da parte la nostra capacità di meraviglia e la nostra curiosità per altri modi.

Il posto di lavoro come melodramma

Incoraggiati dai media, che amano le semplici opposizioni e gli scontri melodrammatici (testimone L'apprendista), demonizziamo “l'opposizione” o “i nostri concorrenti” e lodare noi stessi, “I bravi ragazzi,” con stravaganza senza pensieri. Pubblicità

In un brutto romanzo, ogni circostanza diventa una lotta per la vita o la morte, senza un equilibrio o sottigliezza. Allo stesso modo, molti leader oggi assumono che ogni decisione sia importante, semplicemente perché il pensiero polarizzato fa apparire ciascuno così forte: vincere o perdere, sostegno o opposizione, amore o odio, accordo ardito o condanna ostile, lealtà cieca o tradimento di base.

E così, come attori del prosciutto, leader “mastica il paesaggio” dei loro luoghi di lavoro in parossismi emotivi oltre il minimo ostacolo, o volare in stravaganti gioie al minimo trionfo. Quando vincere è tutto ciò che conta, perdere diventa un orrore impensabile. Nessuno spazio è lasciato ad onorare coloro che hanno fatto del loro meglio, eppure sono ancora caduti un po 'in meno. Sono raggruppati insieme a tutti gli altri nella categoria semplice di “fallimento.”

Scegliere di rimanere cieco alla nostra follia

Mentre ci soffermiamo amorevolmente sui difetti in “gli altri ragazzi,” trattandoli come stereotipi nella migliore delle ipotesi (o addirittura stupidi, cattivi o disonesti nel peggiore dei casi), ci liberiamo dalla necessità di riconsiderare le nostre ipotesi. Ci possono essere problemi uguali o addirittura maggiori nel “il modo giusto” che abbiamo scelto, come ci sono nel “Strada sbagliata” che seguono, ma non li vedremo mai, finché non sarà troppo tardi. Il nostro punto di vista semplicistico non può rimanere al suo posto e permettere che ciò accada. Pubblicità

Leggi Successivo

10 piccole modifiche per far sentire la tua casa come una casa
Cosa rende felici le persone? 20 segreti delle persone "sempre felici"
Come affinare le tue abilità trasferibili per un interruttore di carriera rapido
Scorri verso il basso per continuare a leggere l'articolo

Perché così tante multinazionali finiscono in pazze imprese, poi si aggrappano a loro sfidando i sensi? Perché i leader fanno una prova di lealtà per i loro subordinati ad applaudire ogni azione, non importa quanto sconsiderata? Perché le persone fanno delle scelte di carriera davvero pessime, quindi rimangono con loro per anni?

La risposta è triste tanto quanto è semplice: perché non ci sono alternative accettabili nelle loro menti auto-costrette. Perché ci sono solo due modi: quello che hanno scelto e quello che deve essere, per definizione, innegabilmente peggio.

Tornando alla realtà

La realtà di questo mondo è quella tutti gli estremi sono rari fino all'invisibilità. Non sono solo scarsi; più estremi sono: il bene assoluto contro il male assoluto, indiscutibilmente giusto e innegabilmente sbagliato - più è probabile che esistano solo in teoria, se non del tutto. La vita quotidiana si svolge da qualche parte nel mezzo, tra tutti gli estremi che ti interessa nominare. Questo mondo, che ci piaccia o no, è un mondo di innumerevoli opzioni e scelte che si sovrappongono. Al posto delle semplicitá in bianco e nero che cerchiamo di imporci, non ci sono nient'altro che le più sottili sfumature di grigio. Pubblicità

Come liberarsi dall'abitudine di pensare troppo semplificato

  1. Rallentare e riconoscere con Oscar Wilde che la verità è “mai puro e raramente semplice.” Prenditi il ​​tuo tempo per svelare almeno alcune delle sue complessità. Sottigliezza e ambiguità sono le prime vittime di fretta e di breve termine.
  2. Diffidate senza sosta di comode semplificazioni e false certezze. Ci sono molte persone felici di dirti che loro lo sanno “uno, giusta risposta.” Perché non dovresti crederli? Perché non esiste una risposta del genere. Si stanno illudendo - e si illuderanno anche voi, se glielo permettete.
  3. Domanda, domanda e domanda ancora. Le domande non sono pericolose, risposte siamo.
  4. Se ti viene presentato un “A o B” scelta, non prenderla, se possibile. Sintetizzare questi estremi per vedere le opzioni che si trovano tra di loro. La creatività umana nasce dal prendere cose che sembrano prima essere opposti inconciliabili, quindi scoprire tutti i modi in cui lavorano insieme.
  5. Ogni volta che pensi di aver trovato la risposta completa e definitiva, sdraiati in una stanza buia finché non ritorni nei tuoi sensi. Ogni la risposta è provvisoria - ognuno. Quello che hai trovato potrebbe essere il meglio che puoi fare al momento, ma ciò non significa che non ne troverai uno migliore prima o poi; o che altri non hanno già trovato un modo migliore.
  6. Ambiguità e incertezza sono i tuoi amici. Ti incoraggiano a continuare a cercare. Cercano di salvarti dal puntare tutto su quello che sai oggi. Le persone li trattano come nemici perché minano la nostra fede pomposa e ipocrita “certezze.” Tuttavia, il maggior rischio che chiunque possa correre è immaginare di sapere già cosa è più importante.

Solo rallentando e prendendo tempo per fare domande e pensare - davvero pensare - dovremo tornare a occuparci della realtà aziendale, al posto di quei semplicistici, ingannevoli, ritagli di cartone, melodrammi di Hollywood che stiamo abituando a mettere al suo posto.

Credito fotografico: Nils Tubbesing




Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Aiuto, consigli e raccomandazioni che possono migliorare tutti gli aspetti della tua vita.
Un'enorme fonte di conoscenze pratiche su come migliorare la salute, trovare la felicità, migliorare le prestazioni di una persona, risolvere problemi nella sua vita personale e molto altro.