L'era dell'imprenditore non intenzionale Un'intervista con Kevin Reeth di Outright.com (parte 1)

  • Ronald Chapman
  • 0
  • 3459
  • 659

Con un background che comprendeva stint di successo con Yahoo, eGroups e Intuit, Kevin Reeth era ben preparato a mettersi in proprio come co-fondatore e CEO della start-up Web Outright.com, una piattaforma di contabilità online gratuita per piccoli imprese e lavoratori autonomi. Nel clima economico odierno, però, sempre più persone si trovano gettate nell'imprenditoria senza uno sfondo come quello di Reeth mentre le loro aziende si piegano o si ridimensionano, lasciandole andare a colpire da sole.

Per aiutare questi “imprenditori involontari” Reeth collabora con Network Solutions per formare Unintentional Entrepreneur, un sito Web e un'organizzazione dedicata ad aiutare i neoimprenditori a cavarsela con il piede giusto come freelance, consulenti e piccoli imprenditori. Finora, Unintentional Entrepreneur ha ospitato seminari gratuiti in una manciata di città, con altri in arrivo, combinando presentazioni formali e social networking nel tentativo di fornire informazioni e ambiente sociale agli imprenditori maturi che devono iniziare a costruire verso il successo.

Dopo aver scritto su Outright.com su Freelance Switch e sul mio sito, The Writer's Technology Companion, diverse persone di Outright.com mi hanno contattato e hanno iniziato una conversazione, culminando in un'offerta per intervistare Reeth su Imprenditore involontario e le sfide - e ricompense - di fronte agli imprenditori di oggi, non intenzionali o meno.

Questa è la parte 1 di una serie in tre parti. In questa sezione, Reeth e io discutiamo dell'imprenditoria in generale. Nella parte 2, discuteremo il modo in cui la tecnologia sta cambiando il panorama imprenditoriale, e nella parte 3 cosa sta facendo Undentional Entrepreneur per aiutare i lavoratori autonomi che lavorano per la prima volta. L'intervista è stata condotta il 17 luglio, subito dopo il loro primo evento a Los Angeles. Pubblicità

Dustin Wax (DW): Iniziamo con una domanda generale: cos'è un imprenditore involontario?

Kevin Reeth (KR):

Molti dei nostri clienti sono persone che lavoravano nell'America delle imprese e avevano avuto un lavoro da anni e avevano perso il lavoro lo scorso autunno o all'inizio di quest'anno, erano alla ricerca di un lavoro e avevano raggiunto il punto in cui dovevano capire qualcosa da fare E ora stanno iniziando a stendere il loro scandaglio per vedere se riescono a guadagnarsi da vivere in quel modo.

Leggi Successivo

10 piccole modifiche per far sentire la tua casa come una casa
Cosa rende felici le persone? 20 segreti delle persone "sempre felici"
Come affinare le tue abilità trasferibili per un interruttore di carriera rapido
Scorri verso il basso per continuare a leggere l'articolo

Ciò che è interessante è confrontarli con persone che sono state piccole imprese o lavoratori autonomi per molti anni, che si erano abituati. Le persone che abbandonano i confini di un lavoro aziendale ottengono rapidamente un campanello d'allarme piuttosto significativo in termini di cosa significa lavorare per se stessi. Pubblicità

DW: Quindi hai l'ondata di persone per le quali l'imprenditorialità è diventata un'opzione unica, qualcosa che è entrato nel loro radar come un'opzione, non a causa di una spinta interna a farlo, ma a causa dell'economia.

KR: Sì, penso che sia esattamente giusto. Questo potrebbe non essere stato qualcosa a cui hanno pensato, forse non hanno mai avuto quel disco, forse non erano forse cablati in quel modo o forse sono più avversi al rischio. Ma ora hanno certe realtà pratiche che li costringono a prendere in considerazione nuove opzioni e l'imprenditorialità è una delle opzioni che stanno prendendo in considerazione. E così, potrebbero non averlo mai fatto prima e potrebbero non capire cosa significhi operare come azienda in questo momento.

DW: cosa significa??

KR: Il primo obiettivo, onestamente, deve essere la vendita. Se non hai persone che ti pagano, non importa nient'altro. Non diventerai un'attività di grande successo a lungo.

Insieme a questo, quando si inizia per la prima volta, si tratta di networking. Il tuo business iniziale arriverà attraverso referral, amici e parenti, colleghi e collaboratori. Non sarà attraverso la pubblicità e le promozioni, e non con roba di marketing di lusso. Uscendo e connettendosi con le persone, avrai l'opportunità di presentarti. Pubblicità

E poi, dove tendiamo a concentrarci, in cui l'obiettivo di Outright è aiutare le persone a capire che hanno bisogno di dare la priorità al loro tempo, quel tempo sarà il loro bene più prezioso. C'è un sacco di cose che puoi fare con la sporcizia a basso costo o gratis, ma una delle cose peggiori che puoi fare è impantanarti nei dettagli di cose che non contano davvero. Usa la tecnologia dove può essere più efficace. Automatizza le cose che non forniscono valore e non fanno crescere la tua attività. Onestamente, le cose del back office, la contabilità - sappiamo che non è sexy. Questo non è ciò che vuoi trascorrere il tuo tempo facendo. Usa la tecnologia disponibile per automatizzarlo, così puoi essere là fuori, fare vendite, servire i clienti esistenti, ottenere più attività ripetute, non preoccuparti di dove stanno andando i soldi, se qualcosa è deducibile o meno, ricordando di pagare le tasse in tempo.

DW: Hai detto che il primo obiettivo sono le vendite. C'è una serie di abilità coinvolte nelle vendite, tuttavia, che pochissime persone hanno. Se sei un ingegnere o scienziato informatico o altro, come puoi sviluppare o affinare quelle capacità di vendita?

KR: Penso che sia in realtà più scoraggiante di quello che deve essere. Le persone tendono a pensarci come, “OK, devo andare a fare vendite, devo vendere me stesso.” E il segreto del networking è che, se vai là fuori e incontri solo altre persone, capisci che tutti noi siamo nella stessa barca alla fine della giornata, tutti noi abbiamo bisogno di aiuto. Si tratta solo di costruire relazioni. Anche a livello di vendite di grandi aziende, gran parte delle vendite si riduce a se le persone si amano, se vanno d'accordo e se hanno una relazione. C'è un pregiudizio nel prendere decisioni intorno agli acquisti che va oltre i fatti razionali. Quindi non devi essere il più grande venditore al mondo, devi solo essere in grado di costruire relazioni con le persone.

DW: Abbiamo parlato delle sfide che devono affrontare i nuovi imprenditori, ma quali sono alcuni dei vantaggi di essere un imprenditore, specialmente nell'economia di oggi?

KR: Uno, penso che diventerà una delle esperienze più potenti che tu possa mai avere. È una di quelle cose in cui è un viaggio personale per chiunque lo provi. Molte cose andranno male. Stai per fallire in molte cose. Ma imparerai molto su di te. Scoprirai di cosa sei capace e questo è inestimabile. Pubblicità

Un'altra cosa fantastica è che estendere la rete in modo drammatico. Stai per incontrare tante persone nuove e interessanti che non importa quale sia il futuro, costruirai relazioni che dureranno.

E c'è la componente educativa. Sarai costretto a imparare di più nei primi tre mesi di lavoro per te stesso che in anni di lavoro per qualcun altro. E alla fine, avrai questa conoscenza, avrai quell'esperienza. Ti renderà migliore non solo lavorando per te stesso ma se tornerai indietro e lavorerai per qualcun altro, sarai molto più bravo a farlo.

Queste non sono cose facili, non sono libere, cose fantastiche che ti capita, devi lavorare per loro. Ma il valore che ottieni da quel viaggio è immenso.

Nella parte 2 di questa serie, discuteremo alcuni dei modi in cui la tecnologia sta cambiando il panorama delle piccole imprese e del lavoro autonomo di oggi e gli strumenti che Reeth raccomanda ai nuovi imprenditori. Ci vediamo!




Nessun utente ha ancora commentato questo articolo.

Aiuto, consigli e raccomandazioni che possono migliorare tutti gli aspetti della tua vita.
Un'enorme fonte di conoscenze pratiche su come migliorare la salute, trovare la felicità, migliorare le prestazioni di una persona, risolvere problemi nella sua vita personale e molto altro.